CASI CLINICI‎ > ‎

Difetto del setto interventricolare (DIV)

Viene portato in prima visita gattino di 2,5 mesi. All'esame obiettivo generale viene riscontrata la presenza di un soffio di 5/6 (scala di intensità all'auscultazione). Il gattino non è sintomatico.
Come sempre quando si riscontra un soffio cardiaco, si consiglia esame ecocardiografico 

L'esame mette in evidenza la presenza di un difetto del setto interventricolare.


















Questa patologia consiste nella mancata chiusura di un foro tra i due ventricoli (destro e sinistro) che fisiologicamente avviene alla nascita. L'entità del difetto in questo paziente è minima, e, data l'età, è possibile che con la crescita si riduca,  fino  a chiudersi del tutto. 

Questa è una delle cardiopatie in cui l'entità del soffio non rispecchia la gravità della patologia cardiaca: infatti più piccolo è il difetto, maggiore è la velocità del flusso e, di conseguenza, l'entità del soffio.

Si consigliano esami seriali per monitorare la patologia. Se il difetto non dovesse chiudersi esiste la possibilità di eseguire interventi in centri specialistici.